Barcelona è una delle cità culturalmente più attive della Spagna. Non è difficile aver ascoltato almeno qualche amico o parente, passato per la città catalana che parla della Sagrada Familia, di Gaudì e Dalì oppure dei suoi mercati e della spiaggia immensa.

Barcelona di sicuro riesce a mettere insieme tutto quello che una persona, anche la più indulgente culturalmente, cerca.

Spesso però viaggiare all’estero comporta spese, a volte anche abbastanza ingenti. In questa voce di bilancio di certo si inseriscono tutte le entrate ai musei, ai luoghi culturali e le attrazioni più importanti. In questo caso posso davvero rassicurare tutti che Barcelona è una delle città meno costose del Mondo, o in inglese On a Budget.

La città catalana ha da offirire numerose soluzioni culturalmente elevate ma dall’ impatto economico pari a 0. Per prima cosa è un ottima idea munirsi di un biglietto della metropolitana, la rete ferroviaria sotterranea è molto articolata e permette di raggiungere ogni parte della città in breve tempo. Per risparmiare dei soldini, è meglio munirsi di una carta da viaggio T10, questa vi permetterà di effettuare 10 viaggi di qualsiasi durata all’interno della rete metropolitana oppure con i bus e i tram.

#1 I Musei – Domenica Gratis

Che vacanza è senza musei. Sicuro non è per tutti questa affermazione, ma, se vi trovaste a Barcelona di Domenica, è bene sapere che in città alcuni dei più importanti musei sono gratuiti. Sarebbe un ottima idea fare un giro, tanto non costa nulla. Dalle 15 alle 20, ogni domenica, è possibile visitare il Museu di Picasso (nella sezione Ticket, ci sono alcuni giorni segnati in verde, dove l’ingresso è gratuito, con audio guida 5 euro) e il MUHBA (museo di Storia). Altri musei sono gratuiti, ma solo in alcuni giorni del mese, spesso questo combacia conil primo Mercoledì o la domenica di ogni mese.

Qui una lista di tutti i musei di Barcelona e i loro siti web.

#2 Barcelona e i Festival

La capitale catalana è anche il principale centro di festival e feste alune popolari. Il folklore è tanto, e si vede e si sente. Tutti escono con vestiti popolari e canti che si tramandano da generazioni. A settembre c’è il Festes de la Mercè, cinque giorni in cui la città si anima a festa, con concerti dal vivo, balli e fuochi d’artificio. In questa festa è possibile ammirare i correfocs, che sono sfilate di tamburi, diavoli e petardi sfavillanti. Durante il periodo estivo è nota anache la festa Mejor de Gracia, in questa festa è possibile ammirare gli spettacoli di luce nel quartiere “Gràcia”, dal quale viene il nome. I prezzi sono del tutto popolare con birre anche ad 1 euro.

 

#3 La Rambla

E’ una delle zone a più alta concentrazione turistica, ricca di negozi e butique, offre anche ottimi posti dove mangiare. E’ una passerella a cielo aperto di oltre 1 kilometro di lunghezza, che va dal centro fino al mare. Sulla Rambla, quasi al centro è possibile entrare nel mercato più grande di Barcelona, forse uno dei più grandi del Mondo, un vero paradiso per gli amanti del cibo. Alla fine della più grande strada della capitale catalana, troverete una magnifica colonna bianca, con in cima Cristoforo Colombo che punta l’ America. Dopo un ponte che si alzerà quando le barche entreranno nel porto, vi condurrà verso il lungomare di Barceloneta e lì resterete incantati dallo splendido Centro Commerciale “MareMagnum”, il quale sul tetto ospita una delle più belle discoteche di Barcelona e attorno alcuni dei tipici baretti dove consumare “chupiti” a volontà.

#4 La Boqueria – Non perdete tempo e mangiate qui.

E’ il paradiso per gli occhi e lo stomaco. Un esplosione vivace di colori, profumi e sapori. Qui vi è di tutto, frutta, verdura, prelibatezze di mare e di terra.

Consiglio: Jamòn curato.

Il tipico prosciutto spagnolo, delizioso, deve essere per forza sulla vostra lista di cose da provare assolutamente a Barcelona. Nei baretti piccoli ma curati è possibile mangiare tutti i tipi di tapas, pizza. Altro consiglio, chiedete di provare prima di comprare, saranno ben lieti di offrivi un assaggio e… assaggio dopo assaggio il vostro stomaco sarà pieno per ripartire.

#5 Arte e Cultura

Barcelona non è solo, cibo, calcio e shopping, ma, è soprattutto arte e cultura. Tappe obbligatorie, “La Sagrada Familia” e la “Casa Batllò” di Gaudì. Se non siete troppo in ritardo sulla vostra tabella di marcia, dovete fare un pensierino sul visitare la “Casa Lleò Morera” e “Casa Amatller”, altri classici esempi di perfetto modernismo. Ma la suggestione migliore l’avrete girando per la città, anche per la Rambla, dove alzando gli occhi al cielo sarà possibile ammirare spettacoli architettonici senza uguali.

#6 Barceloneta, mare e sole.

La spiaggia è a due passi dal centro. La vivace Barceloneta, vi offrirà un ottimo spot per riposare e rilassarvi, prendere il sole o fare il bagno. La sabbia è perfettamente dorata e il lungomare è molto curato, con molti ristoranti e baretti. Se invece siete amanti del relax, ma senza scocciature è bene avventurarsi verso nord e trovare la zona di “Fòrum”.

#7 Le piastrelle colorate del Parc de Joan Mirò

Una collezione immensa, spettacolare, colorata ed emozionante. E’ l’artista più amato di Barcelona, è possibile ammirare sue opere in giro per tutta la città. Ovunque ci siano piastrelle colorate, che sembrano quasi messe a casaccio, sono di Joan Mirò. Il Parc de Joan Mirò è invece a pagamento, ma ci vale sicuramente la spesa. In questo spazio è ospitata l’epica scultura “Woman and the Bird” di circa 22 metri, ricoperta completamente di piastrelle colorate. Vi sarà sicuramente capitato di vedere foto di amici, in visita a Barcelona, sedere sulle panchine tempestate di piastrelle colorate. L’impatto con l’arte di Joan Mirò lo avrete immediatamente atterrati al Terminal 2 dell’aeroporto, sulla parete esterna, oppure nella passerella centrale de “La Rambla”.

#8 Il Barri Gòtic – Birra e Sangria

Nel centro della città sarà bellissimo perdersi tra le stradine che condurranno al Barri Gòtic. Un intreccio di viuzze ciottolose, con centinaia di bar e negozietti da perderci la testa. E’ il quartire medievale e gotico di Barcelona. Non potete di certo mancare di una visita ad uno dei posti più suggestivi di Barcelona, luogo che vi farà entrare nel pieno dell’animo catalano.

#9 El Raval e il Museu d’Art Contemporani
E’ molto vicino al El Barri Gòtic, è una rete di strade soprattutto vissuta dai locali e poco turistica se non per il Musei d’Art Contemporani di Barcelona. Proprio quest’ultimo vi si proporrà davanti, imponente e maestoso e una visita sarà d’obbligo. El Reval è comunque fornita di ottimi bar e ristorantini, se non di negozi dove acquistare souvenir e vestiti. Facendo un giro nelle viuzze tipiche della catalona, sarà possibile ammirare i numerosi graffiti, proprie e vere opere d’arte, soprattutto concentrate in questa zona della città.

#10 Font Màgica de Montjuïc

E’ una tra le fontane più conosciute del Mondo, costruita per l’esposizone Mondiale tenutasi a Barcelona nel 1929. I suoi sfavillanti getti d’acqua a tempo di musica con milioni di luci colorate sono una delle più importanti attrazioni turistiche di Barcelona.

A Barcelona in ogni periodo dell’anno si tengono numerose manifestazioni, la maggior parte di queste sono gratuite. Questa cosa incentiva non poco il turismo. Se sei in procinto di partire per la capitale catalana, oppure ci stai solo minimamente pensando, ti consiglio vivamente di consultare il sito Forfree.cat. Potrai così consultare tutti gli eventi ed essere informato sul migliore perido per visitare la città. Altra guida turistica importante è consultare Barcelona Turisme. Consulta anche il calendario delle partite di calcio, magari così vedrai lo spettacolo in prima persona.

 

Pin It if you like